Chi è il professore nella Casa di Carta?

0
115
chi è il professore della casa di carta

Alvaro Morte è diventato una celebrità nella sua nativa Spagna nei quasi 20 anni trascorsi dal suo debutto come attore. È apparso in numerosi film e pellicole spagnole popolari ed è diventato famoso per la sua vasta gamma di abilità. Il talento di Morte è stato presentato al pubblico americano nel 2017 grazie al ruolo di El Profesor nella “Casa di Carta”. La carriera di Morte sta già raggiungendo nuove vette come vera e propria star internazionale. Oggi ti proponiamo alcune curiosità sull’attore che te lo faranno amare ancora di più.

Se sei un appassionato di gossip e cerchi curiosità sul mondo dello spettacolo,  nella sezione https://www.subito.news/gossip/ sono presenti tutte le novità del momento. 

Sopravvissuto al cancro

Nel 2011 ad Alvaro Morte è stato diagnosticato un tumore canceroso alla gamba sinistra. Nonostante l’attore spagnolo sia riuscito a sconfiggere il cancro, in un’intervista del 2016 al quotidiano The Observer ha rivelato che pensava di morire o di subire l’amputazione della gamba. 

Proprietario di una compagnia teatrale

Alvaro è un uomo d’affari oltre che un attore. Insieme a Blanca ha co-fondato 300 Pistolas, una compagnia teatrale in Spagna, nel 2012. 

Il piano A era di non diventare un attore

Molti attori di successo hanno sempre sentito il bisogno di intrattenere gli altri, ma Alvaro Morte non è tra questi. Il piano A di Alvaro non era quello di diventare un attore. Stava studiando per diventare ingegnere prima di intraprendere la carriera di attore.

Nella vita reale era un professore

Sebbene Alvaro abbia poche somiglianze con la sua controparte della Casa di Carta, i due condividono un dettaglio interessante. Nella vita reale, Alvaro era un professore. Ha insegnato per un breve periodo in un’università in Finlandia.

Ha fatto cinque provini per ottenere il ruolo di professore

Alvaro Morte ha dovuto competere con una serie di altri attori per il ruolo di El Professor. Ha dovuto battere star del calibro di “Raymond Reddington” (The Blacklist) e “Michael Scofield” (Prison Break). La prima volta ha fallito perché pensava che la Casa di Carta sarebbe stato una copia di Ocean’s Eleven e che avrebbe dovuto assomigliare di più a George Clooney, ma fortunatamente ha fatto centro.

Ama vivere in Spagna

Quando molte persone raggiungono il successo, la prima cosa che vogliono fare è trasferirsi lontano da casa. Ma non è così che Alvaro ha deciso di fare. È nato e cresciuto in Spagna, dove attualmente risiede con la sua famiglia.

La sua storia con Pedro Alonso

Alvaro Morte si è preso tutto il tempo necessario per studiare i personaggi della Casa di Carta e per suggerire l’aspetto di ogni personaggio e il suo rapporto con gli altri membri della banda. Tuttavia, quando ha iniziato a lavorare con le star, lui e Pedro Alonso (Berlino) si sono talmente affezionati che hanno deciso di cambiare la sceneggiatura.

Hanno deciso di cambiare il professore e Berlino per farli diventare fratelli nella serie, da qui il colpo di scena della prima stagione. Pedro Alonso sembra aver rubato il cuore di tutto il cast, visto che anche Alba Flores ha dichiarato che è il suo co-protagonista preferito.

La sua migliore stagione della Casa di Carta

Prima che Netflix acquisisse i diritti di distribuzione della Casa di Carta, la serie andava in onda solo su Antena 3, il che significava che il suo pubblico era prevalentemente spagnolo. Netflix ne ha fatto un successo globale e il suo seguito è diventato enorme, soprattutto con la seconda stagione e la pressione che ha portato alla terza stagione.

Tuttavia, la stagione preferita di Alvaro Morte è stata la prima, quando c’era poca pressione da parte dei fan e dei media su ciò che si aspettavano da ogni personaggio. Ha apprezzato la libertà di scegliere cosa fare sul set e come giocare con i personaggi. Tuttavia, apprezza il fatto che la serie sia stata apprezzata in tutto il mondo.