Robert De Niro: bio dell’attore americano

0
147
robert de niro

Robert De Niro: biografia del mito di Hollywood nel post di CineMagazine

Il suo viso è una maschera incredibile. Un volto di creta pronto a plasmarsi, trasformarsi e cambiarsi a seconda delle esigenze di copione. Robert De Niro è decisamente indimenticabile come “Al Capone” nel film Gli Intoccabili, tuttavia così lontano dall’umile operaio di Lettere d’Amore o dal paziente confuso di Risvegli

Un maestro della recitazione, un mostro sacro del cinema americano e internazionale che si riassume in otto candidature ai Premi Oscar – due delle quali vinte, e decine di candidature ai Golden Globe, di cui due vinte. Affascinante, con lo sguardo latino che conquista le donne americane, ha saputo calarsi tuttavia in ogni genere di ruolo senza restare fermo a certi stereotipi. Ha saputo segnare un’epoca e insegnare a recitare a migliaia di giovani attori che lo imitano in tutto il mondo.

In questo post a cura di CineMagazine vedremo insieme la vita personale e professionale di un grande del cinema di Hollywood: Robert De Niro!

robert de niro

Un esordio precoce e fortunato

Robert Di Niro nasce a New York nel 1943. Per un errore di trascrittura il cognome di suo padre, operaio italiano di Campobasso, diventerà per sempre De Niro.

Giovanissimo tenta l’iscrizione ai corsi dell’Actors Studio e viene ammesso. Ha soltanto 20 anni quando ottiene una parte importante nel film Oggi Sposi (1963). Il film, pesantemente censurato, uscirà solo sette anni dopo nelle sale, ritardando un successo che poteva essere ben più rapido.

Robert De Niro viene quindi scoperto solo grazie a un film francese, Tre Camere a Manhattan (1967). I ruoli si susseguivano, la bravura si vedeva ma il successo non arrivava. Nel 1971 fu scartato per il ruolo di Sonny ne Il Padrino, ma la fortuna lo attendeva nel 1973: il ruolo di co-protagonista nel film Mean Streets di Martin Scorsese lo presenta a tutto il mondo.

Il successo travolgente

Grazie a quella magistrale interpretazione, De Niro colpisce Francis Ford Coppola che lo aveva scartato per il primo film del Padrino. Lo vuole però come “giovane Vito Corleone” nel Padrino Parte II. E da qui in poi è una consacrazione continua che comincia dal Premio Oscar come Miglior Attore Non Protagonista. Seguono il kolossal Novecento, Taxi Driver, Gli Ultimi Fuochi, New York New York, Toro Scatenato (che gli frutta il secondo Oscar, stavolta da Protagonista).

Grande protagonista del film C’era una volta in America (di Sergio Leone), si adatta comunque facilmente a decine di altre parti e può diventare un uomo romantico (Innamorarsi), un truce assassino (Gli Intoccabili), un brillante interprete comico (Non siamo angeli, Ti presento i miei, Mi presenti i tuoi, Terapia e Pallottole). Non si è mai fermato e ha inaugurato il nuovo millennio anche come regista, dirigendo i film Bronx e The Good Shepherd.

Da poco è tornato sul grande schermo come attore nel film Netflix The Irishman di Martin Scorsese, che lo riporta alle origini, interpretando la vita di un uomo irlandese che lavora nella malavita italo-americana. Questo film è interpretato insieme ad altri due mostri sacri del cinema americano, come Al Pacino e Joe Pesci, ricevendo anche dieci candidature agli Oscar.

robert de niro
De Niro a 26 anni

Film Robert De Niro

Eccovi di seguito tutti i film ai quali ha partecipato Robert De Niro, nelle vesti di attore, di regista, di produttore.

Attore

  1. Tre camere a Manhattan (Trois chambres à Manhattan), regia di Marcel Carné (1965) – non accreditato
  2. I giovani lupi (Les Jeunes Loups), regia di Marcel Carné (1968) – non accreditato
  3. Ciao America! (Greetings), regia di Brian De Palma (1968)
  4. Oggi sposi (The Wedding Party), regia di Brian De Palma, Wilford Leach e Cynthia Munroe (1969)
  5. Sam’s Song, regia di John Broderick e John Shade (1969)
  6. Il clan dei Barker (Bloody Mama), regia di Roger Corman (1970)
  7. Hi, Mom!, regia di Brian De Palma (1970)
  8. I maledetti figli dei fiori (Jennifer on My Mind), regia di Noel Black (1971)
  9. Il mio uomo è una canaglia (Born to Win), regia di Ivan Passer (1971)
  10. La gang che non sapeva sparare (The Gang That Couldn’t Shoot Straight), regia di James Goldstone (1971)
  11. Batte il tamburo lentamente (Bang the Drum Slowly), regia di John D. Hancock (1973)
  12. Mean Streets – Domenica in chiesa, lunedì all’inferno (Mean Streets), regia di Martin Scorsese (1973)
  13. Il padrino – Parte II (The Godfather Part II), regia di Francis Ford Coppola (1974)
  14. Taxi Driver, regia di Martin Scorsese (1976)
  15. Novecento, regia di Bernardo Bertolucci (1976)
  16. Gli ultimi fuochi (The Last Tycoon), regia di Elia Kazan (1976)
  17. New York, New York, regia di Martin Scorsese (1977)
  18. Il cacciatore (The Deer Hunter), regia di Michael Cimino (1978)
  19. Toro scatenato (Raging Bull), regia di Martin Scorsese (1980)
  20. L’assoluzione (True Confessions), regia di Ulu Grosbard (1981)
  21. Re per una notte (The King of Comedy), regia di Martin Scorsese (1982)
  22. C’era una volta in America (Once Upon a Time in America), regia di Sergio Leone (1984)
  23. Innamorarsi (Falling in Love), regia di Ulu Grosbard (1984)
  24. Brazil, regia di Terry Gilliam (1985)
  25. Mission (The Mission), regia di Roland Joffé (1986)
  26. Angel Heart – Ascensore per l’inferno (Angel Heart), regia di Alan Parker (1987)
  27. The Untouchables – Gli intoccabili (The Untouchables), regia di Brian De Palma (1987)
  28. Prima di mezzanotte (Midnight Run), regia di Martin Brest (1988)
  29. Jacknife – Jack il coltello (Jacknife), regia di David Hugh Jones (1989)
  30. Non siamo angeli (We’re No Angels), regia di Neil Jordan (1989)
  31. Lettere d’amore (Stanley & Iris), regia di Martin Ritt (1990)
  32. Quei bravi ragazzi (Goodfellas), regia di Martin Scorsese (1990)
  33. Risvegli (Awakenings), regia di Penny Marshall (1990)
  34. Indiziato di reato (Guilt by Suspicion), regia di Irwin Winkler (1991)
  35. Fuoco assassino (Backdraft), regia di Ron Howard (1991)
  36. Cape Fear – Il promontorio della paura (Cape Fear), regia di Martin Scorsese (1991)
  37. Amanti, primedonne (Mistress), regia di Barry Primus (1992)
  38. La notte e la città (Night and the City), regia di Irwin Winkler (1992)
  39. Lo sbirro, il boss e la bionda (Mad Dog and Glory), regia di John McNaughton (1993)
  40. Voglia di ricominciare (This Boy’s Life), regia di Michael Caton-Jones (1993)
  41. Bronx (A Bronx Tale), regia di Robert De Niro (1993)
  42. Frankenstein di Mary Shelley (Mary Shelley’s Frankenstein), regia di Kenneth Branagh (1994)
  43. Cento e una notte (Les cent et une nuits de Simon Cinéma), regia di Agnès Varda (1995)
  44. Casinò (Casino), regia di Martin Scorsese (1995)
  45. Heat – La sfida (Heat), regia di Michael Mann (1995)
  46. The Fan – Il mito (The Fan), regia di Tony Scott (1996)
  47. Sleepers, regia di Barry Levinson (1996)
  48. La stanza di Marvin (Marvin’s Room), regia di Jerry Zaks (1996)
  49. Cop Land, regia di James Mangold (1997)
  50. Sesso & potere (Wag the Dog), regia di Barry Levinson (1997)
  51. Jackie Brown, regia di Quentin Tarantino (1997)
  52. Paradiso perduto (Great Expectations), regia di Alfonso Cuarón (1998)
  53. Ronin, regia di John Frankenheimer (1998)
  54. Terapia e pallottole (Analyze This), regia di Harold Ramis (1999)
  55. Flawless – Senza difetti (Flawless), regia di Joel Schumacher (1999)
  56. Le avventure di Rocky e Bullwinkle (The Adventures of Rocky & Bullwinkle), regia di Des McAnuff (2000)
  57. Men of Honor – L’onore degli uomini (Men of Honor), regia di George Tillman Jr. (2000)
  58. Ti presento i miei (Meet the Parents), regia di Jay Roach (2000)
  59. 15 minuti – Follia omicida a New York (15 Minutes), regia di John Herzfeld (2001)
  60. The Score, regia di Frank Oz (2001)
  61. Showtime, regia di Tom Dey (2002)
  62. Colpevole d’omicidio (City by the Sea), regia di Michael Caton-Jones (2002)
  63. Un boss sotto stress (Analyze That), regia di Harold Ramis (2002)
  64. Godsend – Il male è rinato (Godsend), regia di Nick Hamm (2004)
  65. Mi presenti i tuoi? (Meet the Fockers), regia di Jay Roach (2004)
  66. Il ponte di San Luis Rey (The Bridge of San Luis Rey), regia di Mary McGuckian (2004)
  67. Fahrenheit 9/11, regia di Michael Moore – documentario (2004)
  68. Nascosto nel buio (Hide and Seek), regia di John Polson (2005)
  69. The Good Shepherd – L’ombra del potere (The Good Shepherd), regia di Robert De Niro (2006)
  70. Stardust, regia di Matthew Vaughn (2007)
  71. Disastro a Hollywood (What Just Happened?), regia di Barry Levinson (2008)
  72. Sfida senza regole (Righteous Kill), regia di Jon Avnet (2008)
  73. Stanno tutti bene – Everybody’s Fine (Everybody’s Fine), regia di Kirk Jones (2009)
  74. I Knew It Was You, regia di Richard Shepard – documentario (2009)
  75. Machete, regia di Robert Rodríguez (2010)
  76. Stone, regia di John Curran (2010)
  77. Vi presento i nostri (Little Fockers), regia di Paul Weitz (2010)
  78. Manuale d’amore 3, regia di Giovanni Veronesi (2011)
  79. Limitless, regia di Neil Burger (2011)
  80. Killer Elite, regia di Gary McKendry (2011)
  81. Capodanno a New York (New Year’s Eve), regia di Garry Marshall (2011)
  82. Red Lights, regia di Rodrigo Cortés (2012)
  83. Being Flynn, regia di Paul Weitz (2012)
  84. Freelancers, regia di Jessy Terrero (2012)
  85. Il lato positivo – Silver Linings Playbook (Silver Linings Playbook), regia di David O. Russell (2012)
  86. Big Wedding (The Big Wedding), regia di Justin Zackham (2013)
  87. Killing Season, regia di Mark Steven Johnson (2013)
  88. Cose nostre – Malavita (The Family), regia di Luc Besson (2013)
  89. Last Vegas, regia di Jon Turteltaub (2013)
  90. American Hustle – L’apparenza inganna (American Hustle), regia di David O. Russell (2013)
  91. Il grande match (Grudge Match), regia di Peter Segal (2013)
  92. Motel (The Bag Man), regia di David Grovic (2014)
  93. Lo stagista inaspettato (The Intern), regia di Nancy Meyers (2015)
  94. Bus 657 (Heist), regia di Scott Mann (2015)
  95. Joy, regia di David O. Russell (2015)
  96. Nonno scatenato (Dirty Grandpa), regia di Dan Mazer (2016)
  97. Hands of Stone, regia di Jonathan Jakubowicz (2016)
  98. The Comedian, regia di Taylor Hackford (2016)
  99. Joker, regia di Todd Phillips (2019)
  100. The Irishman, regia di Martin Scorsese (2019)

Televisione

  1. Extras – serie TV, 2×06 (2006)
  2. 30 Rock – serie TV, 5×12 (2011)
  3. The Wizard of Lies, regia di Barry Levinson – film TV (2017)

Cortometraggi

  1. Encounter, regia di Norman C. Chaitin (1965)
  2. Ellis, regia di JR (2015)
  3. The Audition, regia di Martin Scorsese (2015)

Doppiatore

  1. Shark Tale, regia di Bibo Bergeron e Vicky Jenson (2004)
  2. Massimo Troisi in Il postino, regia di Michael Radford e Massimo Troisi (1994) (versione americana)

Regista

  1. Bronx (A Bronx Tale) (1993)
  2. The Good Shepherd – L’ombra del potere (The Good Shepherd) (2006)

Produttore

  1. Non siamo angeli (We’re No Angels), regia di Neil Jordan (1990)
  2. Cape Fear – Il promontorio della paura (Cape Fear), regia di Martin Scorsese (1991)
  3. Cuore di tuono (Thunderheart), regia di Michael Apted (1992)
  4. Amanti, primedonne (Mistress), regia di Barry Primus (1992)
  5. Bronx (A Bronx Tale), regia di Robert De Niro (1993)
  6. Frankenstein di Mary Shelley (Mary Shelley’s Frankenstein), regia di Kenneth Branagh (1994)
  7. Panther, regia di Mario Van Peebles (1995)
  8. Infedeli per sempre (Faithful), regia di Paul Mazursky (1996)
  9. La stanza di Marvin (Marvin’s Room), regia di Jerry Zaks (1996)
  10. Sesso & potere (Wag the Dog), regia di Barry Levinson (1997)
  11. Entropy, regia di Phil Joanou (1999)
  12. Flawless – Senza difetti (Flawless), regia di Joel Schumacher (1999)
  13. Le avventure di Rocky e Bullwinkle (The Adventures of Rocky and Bullwinkle), regia di Des McAnuff (2000)
  14. Ti presento i miei (Meet the Parents), regia di Jay Roach (2000)
  15. About a Boy – Un ragazzo (About a Boy), regia di Chris Weitz e Paul Weitz (2002)
  16. Stage Beauty, regia di Richard Eyre (2004)
  17. Mi presenti i tuoi? (Meet the Fockers), regia di Jay Roach (2004)
  18. Rent, regia di Chris Columbus (2004)
  19. The Good Shepherd – L’ombra del potere (The Good Shepherd), regia di Robert De Niro (2006)
  20. Disastro a Hollywood (What Just Happened), regia di Barry Levinson (2008)
  21. Nemico pubblico – Public Enemies (Public Enemies), regia di Michael Mann (2009)
  22. Vi presento i nostri (Little Fockers), regia di Paul Weitz (2010)
  23. 36 Quai des Orfèvres, regia di Olivier Marchal (2010)
  24. NYC 22 (2012)
  25. About a Boy, (2014-2015)
  26. The Wizard of Lies, regia di Barry Levinson (2017)
  27. The Irishman, regia di Martin Scorsese (2019)

Cittadino italiano

De Niro ha avuto molte donne e sei figli, tra cui una adottata, da sei madri diverse. La sua movimentata vita privata è tuttavia armonica, nei legami familiari. Non ha perso i contatti nemmeno con i parenti molisani e nel 2006 ha ricevuto ufficialmente la Cittadinanza Italiana che gli consente di tornare spesso e liberamente nel nostro Paese. L’orgoglio per la sua “italianità” lo ha dimostrato più volte, anche nominando scherzosamente Leonardo Di Caprio come proprio “erede cinematografico, per via del cognome!”

robert de niro

 

Il nostro post alla scoperta della vita, dei film e degli step professionali di Robert De Niro, termina qui. Alla prossima con CineMagazine!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here